Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2007 Dicembre;98(6) > Minerva Medica 2007 Dicembre;98(6):633-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2007 Dicembre;98(6):633-8

lingua: Inglese

Analisi dell’impedenza bioelettrica e diabete mellito: correlazione fra fruttosamina, emoglobina glicosilata e potassio interscambiabile

Di Mauro M. 1, Lazzarini D. 2, Fumelli P. 3, Carle F. 4, Kosmidis A. 1

1 Department of Biomedical Sciences University of Catania Garibaldi Hospital, Catania, Italy
2 Unit of Internal Medicine Civil Hospital, Santarcangelo di Romagna, Italy
3 Division of Diabetologia and Metabolism Diseases INRCA, Ancona, Italy
4 Centre of Epidemiology Biostatistics and Medical Technology Polytechnic University of Ancona, Ancona, Italy


PDF  


Obiettivo. I periodi di iperglicemia, frequentemente protratti nei pazienti diabetici, potrebbero causare alterazioni della compartimentazione idrica corporea rilevabili con l’impedenzometria. Lo scopo del presente studio è stato quello di valutare le relazioni fra la composizione corporea e la malattia diabetica in fase di scompenso attraverso l’analisi impedenziometrica in pazienti diabetici di tipo 1 e tipo 2 per il rilievo delle eventuali alterazioni della compartimentazione idrica.
Metodo. Lo studio è stato condotto su 52 soggetti (8 maschi e 44 femmine) di età media 46,5 anni, di cui 15 erano diabetici, 7 pazienti di tipo 1 e 8 pazienti di tipo 2.
Tutti i pazienti erano in scompenso glicemico (HbAlc>6%). Al momento del reclutamento sono stati esclusi tutti i soggetti ipertesi, al fine di evitare errori nella valutazione della compartimentazione idrica. Tutti i soggetti studiati sono stati sottoposti a impedenzometria total-body impiegando l’apparecchio HUMAN IM SCAN in multifrequenza.
Risultati. Il nostro lavoro, mediante l’applicazione della BIA, ha evidenziato come i pazienti diabetici abbiano un minor contenuto di acqua corporea extracellulare (extra cellular water, ECW,) e di potassio scambiabile (KSC), rispetto ad individui non diabetici. Cause di ciò potrebbero essere, rispettivamente, l’alterazione della osmolarità plasmatica e la probabile riduzione della massa cellulare metabolicamente attiva. E’ stata inoltre trovata una relazione sia tra fruttosamina e KSC, sia, ancora più significativa, tra HbA1c e KSC, a nostro avviso meritevole di ulteriori studi, in grado di ottenere, possibilmente, una maggiore accuratezza nella valutazione della quantità di KSC, e una alternativa nel controllo glicometabolico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail