Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2007 October;98(5) > Minerva Medica 2007 October;98(5):603-23

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2007 October;98(5):603-23

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Le “targeted therapies” nei tumori solidi: risultati e promesse

Pantaleo M. A., Saponara M., Nannini M., Biasco G.

“L. and A. Seragnoli” Institute of Medical Hematology and Oncology S. Orsola-Malpighi Polyclinic, Bologna, Italy


PDF  


Negli ultimi anni sono stati proposti approcci innovativi per il trattamento dei tumori solidi. Agenti selettivamente diretti contro specifiche funzioni attive nelle cellule tumorali sembrano rappresentare promettenti e sicure armi terapeutiche. Questi farmaci sono i componenti fondamentali delle cosiddette “targeted therapies”. Sono rappresentati da piccole molecole capaci di inibire la cascata proliferativa costitutivamente attiva nelle cellule tumorali o da anticorpi monoclonali specifici contro diversi recettori per fattori di crescita.
Nonostante gli ottimi risultati osservati negli studi preclinici, l’impiego in clinica non ha sempre prodotto i risultati attesi. Pertanto una corretta selezione dei pazienti che possano effettivamente beneficiare dell’azione dei nuovi farmaci è fondamentale per evitare terapie inappropriate e anche spese ingiustificate.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail