Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2007 Ottobre;98(5) > Minerva Medica 2007 Ottobre;98(5):511-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

  MEDICINA D’EMERGENZA


Minerva Medica 2007 Ottobre;98(5):511-24

Trattamento delle emorragie urologiche e ruolo dell’angio-embolizzazione trans-arteriosa

Mackie S., Lam T., Rai B., Nabi G., McClinton S.

Department of Urology Aberdeen Royal Infirmary Hospital Aberdeen, UK


PDF  


L’emorragia urologica costituisce un importante problema nella pratica urologica contemporanea e si associa ad una significativa morbilità e mortalità. Inoltre, quest’emergenza rappresenta un’importante sfida diagnostico-terapeutica per il medico, essendo oggi disponibili nuove tecniche di imaging e di embolizzazione transarteriosa. In questa revisione, esamineremo l’epidemiologia, l’eziologia e l’approccio clinico alle emorragie renali e vescicali. Il sanguinamento renale secondario a trauma accidentale o iatrogeno od a neoplasia richiede valutazione e trattamento attenti ma rapidi. Descriveremo le attuali opzioni terapeutiche (conservative, chirurgiche e radiologiche) per la gestione di questo problema. Un altro rilevante problema clinico abitualmente riscontrato nella pratica clinica è costituito dall’emorragia vescicale, dovuta a cistite emorragica, neoplasia vescicale ed infezioni. I progressi tecnologici offrono nuove opzioni terapeutiche. Abbiamo anche in questo caso riletto criticamente la letteratura per determinare il migliore approccio terapeutico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail