Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2007 Agosto;98(4) > Minerva Medica 2007 Agosto;98(4):313-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

EDITORIALE  L’ECOENDOSCOPIA NEL 2007


Minerva Medica 2007 Agosto;98(4):313-9

lingua: Inglese

Ecografia endoscopica lineare: l’impatto clinico sulla stadiazione linfonodale nel carcinoma esofageo

Vazquez-Sequeiros E., Foruny-Olcina J. R.

Division of Gastroenterology, Hospital Ramon University of Alcala, Cajal, Madrid, Spain


PDF  


Questa review si focalizza sulla stadiazione linfonodale del carcinoma esofageo. L’ecografia endoscopica transesofagea (transesophageal endoscopic ultrasound, EUS) rappresenta la tecnica più accurata per la stadiazione loco-regionale pre-operatoria del carcinoma esofageo (stadiazione TN) quando la tomografia computerizzata e/o la tomografia ad emissione di positroni abbiano escluso la presenza di metastasi a distanza. L’agoaspirazione EUS guidata (EUS fine needle aspiration, EUS-FNA) aiuta a migliorare l’accuratezza diagnostica nella stadiazione linfonodale del cancro esofageo. In particolari sottogruppi di pazienti che soddisfano diversi criteri linfonodale EUS, l’EUS-FNA può essere evitata senza influenzare l’accuratezza diagnostica. Nei tumori della parte distale dell’esofago, la biopsia dei linfonodi celiaci può essere eseguita con successo con l’EUS e l’EUS-FNA e grazie a queste procedure è possibile prendere importanti decisioni terapeutiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail