Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2007 Agosto;98(4) > Minerva Medica 2007 Agosto;98(4):299-303

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

EDITORIALE  L’ECOENDOSCOPIA NEL 2007


Minerva Medica 2007 Agosto;98(4):299-303

lingua: Inglese

Neoplasie dell’esofago: biologia, storia naturale, stadiazione e opzioni terapeutiche

Mortensen M. B.

Department of Surgery Odense University Hospital, Odense, Denmark


PDF  ESTRATTI


La distribuzione degli adenocarcinomi e dei carcinomi a cellule squamose nel carcinoma dell’esofago (esophageal cancer: EC) è cambiata e l’attenzione si è rivolta verso tumori del tratto distale dell’esofago e della giunzione gastroesofagea. Gli eventi genetici che portano all’EC non sono ancora completamente chiari, ma sono stati identificati importanti fattori di rischio. Si dovrebbe fare un’accurata valutazione pre-terapeutica del tumore per poter attuare un programma gestionale multidisciplinare e individualizzato del paziente. L’ecografia endoscopica (endoscopic ultrasonography: EUS) e la PET-CT rivestono un ruolo importante nella valutazione della malattia, della risposta al trattamento e durante il follow-up.

inizio pagina