Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2006 December;97(6) > Minerva Medica 2006 December;97(6):487-94

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

REVIEW  FORUM SULLA SINDROME METABOLICA: ATTUALITÀ E ORIZZONTI


Minerva Medica 2006 December;97(6):487-94

L’ipolipidemia non sempre indica una disfunzione epatica. Una review dei deficit primitivi e secondari delle HDL e delle LDL

Andrikoula M. 1, Avades T. 2

1 Department of Endocrinology University Hospital of Ioannina, Ioannina, Greece
2 Department of Medical Biochemistry University Hospital of Wales, Cardiff, UK


PDF  


L’ipolipidemia può essere o primitiva, dovuta a diversi fattori genetici che alterano la concentrazione sierica delle lipoproteine, oppure secondaria, provocata da diversi disturbi quali l’epatopatia, il malassorbimento, la malnutrizione, i tumori maligni, l’ipertiroidismo e i disturbi delle immunoglobuline. Presentiamo una review delle attuali conoscenze sui diversi casi di ipolipidemia. Il nostro obiettivo è sottolineare i diversi meccanismi, diversi dal riarrangiamento della funzionalità epatica, che sono responsabili dei livelli insolitamente bassi di colesterolo, e chiarire i disturbi che devono essere presi in considerazione durante le indagini diagnostiche per l’ipolipidemia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail