Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2006 Dicembre;97(6) > Minerva Medica 2006 Dicembre;97(6):467-77

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

 

Minerva Medica 2006 Dicembre;97(6):467-77

FORUM SULLA SINDROME METABOLICA: ATTUALITÀ E ORIZZONTI 

 ARTICOLI ORIGINALI

Una valutazione farmacoeconomica dei triptani orali nel trattamento dell’emicrania in Italia

Gori S. 1, Morelli N. 1, Acuto G. 2, Caiola F. 3, Iudice A. 1, Murri L. 1

1 Unit of Neurology, Department of Neuroscience University of Pisa, Pisa, Italy
2 Medical Department Almirall S.p.A., Milan, Italy
3 Pharmacoeconomist Consultant, Milan, Italy

Obiettivo. Lo scopo di questa valutazione economica è stato confrontare in termini di costo-efficacia i triptani orali correntemente utilizzati in Italia per il trattamento dell’emicrania.
Metodi. L’analisi di costo dei farmaci è stata condotta mediante un albero decisionale strutturato e nell’ottica del Sistema Sanitario Nazionale. I dati di efficacia clinica e tollerabilità dei triptani orali sono stati ottenuti da una meta-analisi pubblicata su 53 studi clinici randomizzati e controllati. L’allocazione dei costi dei farmaci ha tenuto conto sia del prezzo dei triptani orali sia dei costi correlati alla gestione degli effetti collaterali a livello toracico e a carico del sistema nervoso centrale (SNC). Le risorse necessarie per il trattamento degli eventi indesiderati sono state identificate chiedendo a un panel di esperti come avrebbero trattato pazienti con effetti collaterali di questo genere. Per migliorare e completare questa analisi farmacoeconomica, sono stati calcolati il numero di pazienti da trattare (number needed to treat, NNT) per ottenerne 100 con libertà protratta dal dolore (sustained pain free, SPF) e il NNT di pazienti SPF e senza effetti collaterali (SPF and no adverse events, SNAE).
Risultati. I risultati dello studio mostrano l’esistenza di differenze in termini di costo-efficacia tra i vari triptani orali. I migliori rapporti costo-efficacia sono stati ottenuti da almotriptan 12,5 mg e rizatriptan 5 mg, con un costo rispettivamente di 18,47 € e 26,37 € per paziente trattato con successo (SPF). Allo stesso modo, l’analisi NNT ha dimostrato un vantaggio di almotriptan, che richiede un trattamento di 386 pazienti per ottenerne 100 SPF, e di 393 pazienti per ottenerne 100 SNAE. Rizatriptan 10 mg è risultato il competitore più vicino, con 395 e 457 pazienti rispettivamente.
Conclusioni. Sulla base dei dati pubblicati e tenendo conto delle limitazioni di questo modello di analisi che prevede diversi assunti, i risultati suggeriscono il vantaggio economico di almotriptan 12,5 mg tra i triptani orali approvati per il trattamento dell’emicrania in Italia. Questa evidenza potrebbe guidare la scelta del trattamento orale più appropriato per un attacco di emicrania, sia sulla base delle necessità del paziente sia in termini di costo-efficacia.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina