Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2006 October;97(5) > Minerva Medica 2006 October;97(5):395-409

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2006 October;97(5):395-409

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Le polmoniti emergenti: oltre la sindrome respiratoria acuta severa

Mangiarotti P., Pozzi E.

Clinica di Malattie dell’Apparato Respiratorio IRCCS Policlinico S. Matteo, Pavia


PDF  


Nel campo delle infezioni respiratorie si sono registrate importanti modificazioni epidemiologiche che riguardano sia soggetti immunocompetenti sia soggetti immunocompromessi. Si è, infatti, osservata la comparsa di patogeni con modificato pattern di sensibilità agli antibiotici e, in particolare, con aumentata antibiotico-resistenza, quali S. pneumoniae, S. aureus, H. influenzae. Tali aspetti hanno un notevole impatto nelle scelte terapeutiche, soprattutto nell’impostazione di un trattamento antibiotico empirico. La prevalenza delle specie refrattarie agli antibiotici di più comune impiego (betalattamici, macrolidi ecc.) ha una differente distribuzione geografica. Alcuni patogeni hanno assunto un nuovo significato epidemiologico nei soggetti portatori a vario titolo di deficit immunologici: fra questi Pneumocystis carinii e altri micro-organismi potenzialmente causa di infezioni batteriche, fungine, virali.Si è registrata l’affermazione di specie “nuove”, non note in precedenza, batteriche (ad esempio Chlamydia pneumoniae) e virali (ad esempio Metapneumovirus, Hantavirus ecc.). Tali aspetti devono essere tenuti in considerazione nell’iter diagnostico delle infezioni respiratorie che deve, quindi, prevedere accertamenti atti a identificare anche questi patogeni. Fra le nuove infezioni a interessamento polmonare la sindrome respiratoria acuta severa (severe acute respiratory syndrome, SARS) ha rapidamente assunto gli aspetti di un’emergenza sanitaria, circostanza che ha portato a un lavoro sorprendentemente incisivo nell’identificazione dell’agente eziologico e delle principali caratteristiche cliniche ed epidemiologiche della malattia. Anche l’influenza aviaria ha più recentemente destato notevole interesse subito dopo i primi casi di infezione umana da parte del virus aviario, e soprattutto dopo le epidemie registrate nei Paesi asiatici e in Olanda. L’attenzione è attualmente rivolta soprattutto alla prevenzione della malattia, cui è legato il contenimento della diffusione dell’infezione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail