Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2006 June;97(3) > Minerva Medica 2006 June;97(3):219-29

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

  CLINICAL ADVANCES IN DIABETES MELLITUS


Minerva Medica 2006 June;97(3):219-29

lingua: Inglese

Sindrome metabolica

Vitale C., Marazzi G., Volterrani M., Aloisio A., Rosano G., Fini M.

Department of Medical Sciences IRCCS San Raffaele, Rome, Italy


PDF  


La sindrome metabolica (SM) è una condizione clinica caratterizzata dalla presenza contemporanea in uno stesso individuo di più fattori di rischio di origine metabolica e non. L’associazione di questi fattori di rischio promuove direttamente lo sviluppo delle malattie cardiovascolari, raddoppiandone la prevalenza e aumentando, fino a 5 volte, il rischio di comparsa di diabete tipo 2. Il cluster di fattori di rischio che identifica i pazienti con SM è rappresentato dall’ipertensione arteriosa, dall’obesità viscerale, dalle alterazioni del metabolismo lipidico, caratterizzate da bassi livelli di colesterolo HDL e alti livelli di trigliceridi, dalle alterazioni del metabolismo glucidico, ovvero dalla presenza di diabete e/o insulino-resistenza e/o alterata glicemia a digiuno (impaired fasting glucose, IFG) e/o ridotta tolleranza glucidica (impaired glucose tolerance, IGT). Il principale obiettivo terapeutico del trattamento dei pazienti con SM è la riduzione del rischio di sviluppare eventi cardiovascolari e/o diabete di tipo 2. Tale obiettivo deve essere raggiunto in primo luogo attraverso modifiche dello stile di vita (dieta, attività fisica regolare e aerobica, sospensione del fumo) e, qualora queste non fossero sufficienti, per mezzo di una serie di presidi terapeutici che oltre a curare il singolo fattore di rischio permettano di ridurre il rischio globale dell’individuo. Il trattamento farmacologico dei pazienti con SM, soprattutto in presenza di diabete, è mirato alla riduzione dei livelli plasmatici di colesterolo e dei valori pressori, che deve essere attuata mediante molecole, quali gli ACE-inibitori e i sartani, che oltre a essere efficaci dal punto di vista emodinamico, siano in grado di correggere o quanto meno non peggiorare il quadro metabolico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail