Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2005 Ottobre;96(5) > Minerva Medica 2005 Ottobre;96(5):365-72

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

 

Minerva Medica 2005 Ottobre;96(5):365-72

 ARTICOLI ORIGINALI

Correlations of smoothness index and trough-to-peak ratio with left ventricular mass index changes induced by lercanidipine in hypertensive patients. A pilot trial

Campo C., Saavedra J., Segura J., Roldán C., Ruilope L. M., Parati G.

Obiettivo. Lo scopo di questo studio è stato valutare la relazione di modificazioni della massa ventricolare sinistra indotte dalla terapia anti-ipertensiva con lercanidipina con modificazioni della pressione in ambiente clinico (PAC) e monitorata nelle 24 h (MAP), con il rapporto valle-picco e con lo smoothness index.
Metodi. È stato condotto uno studio pilota non comparativo, osservazionale, prospettico, in aperto, in pazienti mai trattati con farmaci anti-ipertensivi. A tutti i pazienti è stata somministrata lercanidipina (10-20 mg/die) con aggiunta di idroclorotiazide (12,5-25 mg/die) se la PA in trattamento era superiore a un arbitrario limite di sicurezza (>160/100 mmHg) dopo 1 mese di monoterapia. Il MAP veniva ripetuto dopo 1 mese e dopo 6 mesi. Un ecocardiogramma bidimensionale era effettuato 2 volte, all'inizio e alla fine dello studio. Nell'analisi finale venivano inclusi 17 pazienti (età media ± DS 45,8±10,7 anni, 35% di sesso femminile).
Risultati. Le modificazioni della massa ventricolare sinistra indicizzata (MVSI) indotte dalla terapia non correlavano né con le modificazioni della PAC, né con le modificazioni della PA monitorata, né con il rapporto valle-picco. Tuttavia, una correlazione significativa veniva riscontrata tra modificazioni della MVSI indotte dal trattamento e lo smoothness index a 6 mesi (r=0,50, P=0,039).
Conclusioni. I risultati di questo studio suggeriscono che lo smoothness index ha un più elevato valore predittivo in relazione a modificazioni indotte dalla terapia con lercanidipina della MVSI che non altri parametri derivati dall'analisi di modificazioni della PA.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina