Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2005 June;96(3) > Minerva Medica 2005 June;96(3):155-74

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2005 June;96(3):155-74

lingua: Inglese

The neuropsychiatry of Parkinson's disease

Lauterbach E. C.


PDF  


Vengono discussi gli aspetti neuropsichiatrici del morbo di Parkinson e le loro correlazioni. La demenza compare sino al 30% dei casi e può essere trattata con gli inibitori della colinesterasi. I disturbi cognitivi comprendono disturbi dell'esecuzione, videospaziali, dell'attenzione e della memoria. L'apatia può rispondere agli agonisti della dopamina o agli inibitori della colinesterasi. I disturbi cognitivi, la psicosi e la depressione hanno un valore predittivo sulla qualità della vita. Le allucinazioni visive e la paranoia sono comuni e rispondono a basse dosi di clozapina. La depressione è comune e predice la necessità di un'assistenza continua. I dati migliori suggeriscono l'efficacia della nortriptilina e la sicurezza degli SSRI. I disturbi legati all'ansia compaiono nel 40% dei pazienti, specialmente sotto forma di attacchi di panico e di fobie specifiche. Il bromazepam si è dimostrato utile per trattare l'ansia nel morbo di Parkinson, mentre attualmente il buspirone è stato solo in grado di diminuire le discinesie legate all'assunzione dei farmaci. I disturbi del sonno compaiono sino al 94% dei casi. L'insonnia è comune e viene trattata, a seconda delle esigenze, riducendo il dosaggio dei farmaci dopaminergici, con la loro somministrazione durante le ore notturne, con il trattamento della depressione o con l'utilizzo di ipnotici a breve emivita. Le parasomnie comprendono i disturbi della fase REM, i sogni inquietanti e gli incubi. L'eccessiva sonnolenza diurna compare in almeno il 15% dei pazienti. Gli attacchi di sonno sono comuni e i pazienti che assumono agonisti della dopamina dovrebbero essere avvisati dei rischi legati alla guida di autoveicoli. I disturbi sessuali compaiono nella maggior parte dei pazienti. Le deviazioni sessuali si associano agli agonisti della dopamina e la clozapina può essere utile per il loro trattamento. Le terapie chirurgiche si associano a un'ampia varietà di quadri neuropsichiatrici e si deve prendere in considerazione l'ipotesi di tentativi di suicidio quando si stimolano i nuclei subtalamici. Nel morbo di Parkinson i disturbi neuropsichiatrici rappresentano un aspetto importante per la qualità di vita e per il bisogno di assistenza. Per accertare l'efficacia dei trattamenti sono necessari ulteriori studi clinici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail