Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2005 Aprile;96(2) > Minerva Medica 2005 Aprile;96(2):65-76

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna

Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4806

Online ISSN 1827-1669

 

Minerva Medica 2005 Aprile;96(2):65-76

 REVIEW

Focus on leptin, a pleiotropic hormone

Fietta P.

La leptina, codificata dal gene ''obese'' situato nel cromosoma umano 7 (7q31.3) è un ormone di struttura citochino-simile, principalmente secreto dal tessuto adiposo e, in minor misura, dalla placenta, dal muscolo scheletrico, dalla mucosa gastrica, dalle ghiandole mammarie e salivari. La leptina, rilasciata dagli adipociti nel torrente ematico in correlazione positiva con la massa adiposa, svolge un ruolo fondamentale nel controllo del peso corporeo. Infatti, essa sopprime l'appetito e incrementa il metabolismo basale, agendo prevalentemente attraverso meccanismi centrali. Durante il digiuno, invece, i suoi livelli ematici decrescono rapidamente, permettendo una riduzione della spesa energetica e, quindi, una più lunga sopravvivenza. Di recente sono stati identificati effetti pleiotropici della leptina, consistenti nella modulazione di svariati processi, quali termogenesi, riproduzione, emostasi, angiogenesi, emopoiesi, osteogenesi, condrogenesi, funzioni neuroendocrine e immunitarie, nonché il controllo della pressione arteriosa. La leptina sembra, inoltre, essere un indicatore neuroendocrino di stato di ipervigilanza. Pertanto l'ormone potrebbe costituire l'anello di congiunzione che integra le risposte metaboliche, vascolari, neuroendocrine, immunitarie e comportamentali.
Nel presente articolo, le più recenti acquisizioni riguardanti la leptina sono passate in rassegna e riassunte.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina