Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2004 December;95(6) > Minerva Medica 2004 December;95(6):541-56

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2004 December;95(6):541-56

lingua: Inglese, Italiano

Ruolo clinico della tomografia a bioimpedenza extracellulare (Gastro-Midax®) nella diagnosi delle patologie del colon retto

Gatta L.


PDF  


Obiettivo. Gastro-Midax® è un dispositivo medico diagnostico non invasivo che esegue un'analisi tomografica della bioimpedenza extracellulare della regione colon-rettale con interpretazione a tecnica neurale utilizzando reti neurali artificiali per effettuare diagnosi delle patologie del colon-retto. Lo scopo di questo studio spontaneo, effettuato in diversi centri in Italia, è stato quello di addestrare Gastro-Midax® a riconoscere i pazienti normali da quelli affetti da patologie del colon-retto.
Metodi. I pazienti afferenti alle Unità di Endoscopia dei 20 centri coinvolti nello studio, per eseguire una colonoscopia, sono stati inclusi nello studio a partire da settembre 2002 fino a dicembre 2003. Almeno un giorno prima di sottoporsi alla colonoscopia i pazienti hanno eseguito una scansione tomografica con tomografia a bioimpedenza. Per l'addestramento della tomografia a bioimpedenza in questo studio, i pazienti sono stati considerati negativi (normali) quando l'esame endoscopico del colon-retto risultava essere normale o mostrava la presenza di sole emorroidi.
I pazienti sono stati, invece, considerati positivi se vi erano diverticoli (diverticolosi o diverticolite), polipi, neoplasie.
Se i pazienti positivi presentavano più patologie, le lesioni neoplastiche o pre-neoplastiche sono state considerate più importanti rispetto alle altre e la diagnosi finale è stata attribuita secondo tale regola.
Risultati. Complessivamente, nei 20 Centri, sono stati arruolati 947 pazienti (maschi/femmine: 477/470; età media±SD: 57,44±13,85). La specificità trovata dopo l'addestramento è stata dell'80% (95% IC: 76,5-83,1), la sensibilità dell'83,89% (95% IC: 79,5-87,4).
La sensibilità della tomografia a bioimpedenza nel sottogruppo di pazienti con neoplasia (N=68) è stata dell'88,2% (95% IC: 78,4-93,9). Considerando, invece, i polipi, la sensibilità è stata calcolata complessivamente e per classi di dimensione. La sensibilità della tomografia a bioimpedenza nel diagnosticare un paziente con polipi è stata quindi del 78,3% (95% IC: 71,9-83,4). Comunque, la sensibilità aumentava all'83,7% (95% IC: 74,1-90,2) e all'83% (95% IC: 70,7-90,8) quando si considerava la capacità della tomografia a bioimpedenza di individuare un paziente con almeno un polipo di dimensioni >= 6 mm e >=10 mm rispettivamente.
Conclusioni. Gastro-Midax® ha dimostrato di essere uno strumento semplice, affidabile e accurato, dopo l'addestramento, nel diagnosticare le più comuni patologie del colon-retto. Esso può ragionevolmente essere proposto sia per la diagnosi che per lo screening delle patologie colon-rettali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail