Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2004 October;95(5) > Minerva Medica 2004 October;95(5):411-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

  IPERTENSIONE, DIABETE E NEFROPATIA


Minerva Medica 2004 October;95(5):411-8

lingua: Inglese

Stem cells and kidney diseases

Abbattista M. R., Schena F. P.


PDF  


Il ruolo della cellula staminale (stem cell, SC) nella fisiologia e nella fisiopatologia ha suscitato negli ultimi anni un grande interesse. Le SC possono essere isolate da embrioni, feti abortivi, sangue di cordone ombelicale e organi e tessuti adulti. Nell'individuo adulto le SC sono state inizialmente trovate in tessuti con un rapido turnover cellulare, come la cute e l'intestino. In seguito, le SC sono state scoperte anche in tessuti con un potenziale rigenerativo e turnover nullo o lento. Comunque il concetto di SC sta rapidamente cambiando: infatti, le SC adulte non solo risiedono localmente in specifiche nicchie, ma possono anche essere richiamate dal circolo ematico per partecipare attivamente ai processi rigenerativi di vari tessuti. Inoltre, sono stati dimostrati anche processi di differenziazione inversa. Nel rene, sia le cellule glomerulari che quelle tubulari assumono un range di fenotipi diversi durante il processo di recupero che segue a un danno. I processi di degenerazione glomerulare e tubulo-interstiziale hanno inizio in seguito alle interazioni tra cellule infiammatorie infiltranti e cellule renali residenti e portano alla perdita di cellule renali e al deposito, al loro posto, di matrice extracellulare. Un processo di embriogenesi inversa è un evento chiave sia nel rene sano che in quello con processi degenerativi: le cellule renali residenti regrediscono assumendo un fenotipo mesenchimale primitivo/embrionale. Inoltre, è ormai noto che i processi di rimodellamento renale che avvengono in condizioni sia normali che patologiche inducono la migrazione nel rene di SC ematopoietiche. Queste cellule assumono vari fenotipi epiteliali, sia glomerulari che tubulari. Pertanto, una conoscenza migliore degli eventi chiave del processo di rimodellamento renale potrebbe aprire la strada a nuove strategie d'intervento basate sulla manipolazione di questi eventi. La terapia cellulare potrebbe avere un successo maggiore rispetto alle terapie tradizionali, fornendo un approccio terapeutico dinamico e individuale che risponda alla condizione fisiopatologica del paziente. Infatti le SC potrebbero fornire metodi innovativi per il rilascio di farmaci, per l'immunoterapia, la rigenerazione o l'ingegneria tissutale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail