Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2003 December;94(6) > Minerva Medica 2003 December;94(6):363-78

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2003 December;94(6):363-78

lingua: Inglese

Modifications of immunological and neuro-endocrine parameters induced by antiorthostatic bed-rest in human healthy volunteers

Murdaca G., Setti M., Brenci S., Fenoglio D., Lantieri P., Indiveri F., Puppo F.


PDF  


Obiettivo. I voli spaziali inducono importanti effetti sui sistemi immunologico e neuroendocrino. L'assenza di gravità è uno dei principali fattori coinvolti nella genesi di queste modificazioni. Scopo del presente studio è stata la valutazione delle modificazioni indotte dalla simulazione a terra dell'assenza di gravità sui sistemi immunitario e neuroendocrino.
Metodi. Otto volontari sani di sesso maschile (età media 24±1 anni) sono stati posti in posizione antigravitaria (10°) per 72 ore. Quattro di essi sono stati anche posti in posizione supina per 72 ore come controllo. Sono stati analizzati i seguenti parametri immunologici e neuroendocrini: conta assoluta dei leucociti, espressione del CD11b e produzione di H2O2 da parte dei neutrofili, immunofenotipo dei linfociti e monociti, espressione intracitoplasmatica di citochine (IFN-g, TNF-a e IL-4), proliferazione linfocitaria a mitogeni e antigeni, dosaggio plasmatico di cortisolo, ACTH, catecolamine, GH, LH, prolattina e testosterone.
Risultati. Nei soggetti posti in posizione antigravitaria sono risultate aumentate le concentrazioni plasmatiche di norepinefrina, dopamina, cortisolo, ACTH, GH e prolattina mentre sono diminuite la produzione di H2O2 da parte dei neutrofili, la proliferazione linfocitaria, il numero di cellule NK e l'espressione intracitoplasmatica di IFN-g. Variazioni di minor rilievo sono state riscontrate nel gruppo di controllo.
Conclusioni. I risultati indicano che una prolungata postura antigravitaria a terra modula una serie di parametri neuroendocrini e immunitari che potrebbero condizionare negativamente la capacità di risposta agli agenti patogeni negli astronauti durante i voli spaziali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail