Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2003 October;94(5) > Minerva Medica 2003 October;94(5):331-40

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2003 October;94(5):331-40

lingua: Inglese, Italiano

Correlazioni dirette o inverse nell'espressione di molecole di attivazione, differenziazione o cooperazione T-B sulla membrana di cellule B di leucemia linfatica cronica

Sellitto A., De Fanis U., Romano C., Dalla Mora L., Guastafierro S., Tirelli A., Lucivero G.


PDF  


Obiettivo. La leucemia linfatica cronica-B (LLC-B) è caratterizzata dall'omogenea coespressione sui linfociti B del CD19, del CD23 e del CD5 e dalla bassa espressione delle Ig di membrana. Mediante la citometria a flusso abbiamo valutato sui linfociti B di soggetti leucemici e sani l'espressione di molecole coinvolte nell'attivazione cellulare, nella differenziazione, nella cooperazione T-B e nell'apoptosi.
Metodi. Sono stati studiati 29 pazienti (16 di sesso maschile e 13 di sesso femminile; età media: 66,5 anni) affetti da LLC-B. Il gruppo di controllo era costituito da 16 soggetti sani volontari paragonabili per età e sesso ai pazienti. I risultati sono stati valutati per ciascuna molecola come percentuale di coespressione e come intensità media di fluorescenza (IMF) sulle cellule CD19+.
Risultati. Le molecole di attivazione linfocitaria, CD69, CD25 e CD11c, erano maggiormente espresse sui linfociti B di LLC rispetto ai soggetti di controllo. L'espressione del CD38 era maggiore sui linfociti B normali che su quelli leucemici. In percentuali, il CD95 era maggiormente espresso sui linfociti B di soggetti sani che su quelli di LLC-B. Infine, le molecole CD80 e CD86, coinvolte nella cooperazione T-B mostravano un andamento inverso tra pazienti con LLC e soggetti di controllo. Il CD80 era più espresso sui linfociti B normali rispetto a quelli leucemici, mentre il CD86 era espresso in percentuali significativamente maggiori sui linfociti dei pazienti leucemici.Il test di regressione lineare dimostrava una correlazione diretta tra l'espressione del CD80 e del CD95 sui linfociti B leucemici e una correlazione inversa tra CD69 e CD11c.
Conclusioni. Questi risultati suggeriscono che meccanismi comuni regolino durante le fasi di attivazione e/o differenziazione delle cellule B rispettivamente l'espressione del CD80 e del CD95, del CD69 e del CD11c.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail