Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2002 December;93(6) > Minerva Medica 2002 December;93(6):453-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2002 December;93(6):453-6

lingua: Italiano

La malattia di Mondor. Spettro delle manifestazioni clinico-patologiche

Fietta P., Manganelli P.


PDF  


La malattia di Mondor (MM) è una rara affezione che colpisce in genere donne in età adulto-senile, caratterizzata da tromboflebite superficiale delle vene toraco-epigastriche e/o delle loro confluenti. Sono stati segnalati rari casi localizzati in sede atipica (arti superiori, addome, inguine e pene). I sintomi più comuni sono rappresentati da tensione e dolore a carico della parete toracica e dalla presenza di una tumefazione cordoniforme sottocutanea lineare o serpiginosa, dolente alla palpazione, che corrisponde al vaso interessato, spesso associata ad arrossamento, edema o retrazione della cute sovrastante. L'eziopatogenesi della malattia è ignota. La MM può essere idiopatica o secondaria a fattori traumatici locali, procedure chirurgiche, bendaggi o uso di indumenti costrittivi ed infezioni. La MM può associarsi a neoplasia della mammella. Ha evoluzione in genere autolimitantesi e prognosi fausta, richiedendo solitamente solo un trattamento sintomatico. È necessario il ricorso alla chirurgia nei rari casi in cui è associata ad una patologia neoplastica ed in caso di severo dolore locale o retrazione cutanea. Gli Autori passano in rassegna le caratteristiche clinico-patologiche dell'affezione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail