Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2002 August;93(4) > Minerva Medica 2002 August;93(4):275-86

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2002 August;93(4):275-86

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Prevenzione cardiovascolare. Nuovi indici biochimici plasmatici di rischio

Camici M., Sagripanti A.


PDF  


La prevenzione primaria delle sindromi coronariche acute è un problema ancora aperto. Il progresso scientifico ha oggi prodotto nuovi indici biochimici plasmatici di rischio che possono essere usati nella prevenzione primaria. Questi sono indici plasmatici d'infiammazione (amiloide serica A, proteina C reattiva, fosfolipase A2) e d'infezione (sieropositività per Clamidia pneumoniae, citomegalovirus). Sono indici plasmatici di attivazione endoteliale (molecole di adesione endoteliale come ICAM-1 e VCAM-1), immunologici (autoanticorpi circolanti contro LDL ossidate), emostatici (come il TFPI e il PAI-1) e metabolici (Lpa, omocisteina). Esiste un evidente gap tra progresso scientifico della conoscenza nella epidemiologia della patologia cardiovascolare e la sua applicazione nella pratica clinica. Una strategia alla prevenzione primaria nella popolazione generale deve divenire priorità: i rapidi cambiamenti e il complesso contesto globale presentano nuove sfide per mettere in pratica politiche preventive e programmi. La ricerca ha evidenziato nuovi fattori di rischio cardiovascolare. Questo studio presenta lo stato attuale delle conoscenze sull'argomento con una analisi critica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail