Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2001 October;92(5) > Minerva Medica 2001 October;92(5):325-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2001 October;92(5):325-8

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Plasma platelet activating factor in nephrotic syndrome

Camici M., Sagripanti A.


PDF  


Obiettivo. Il meccanismo della proteinuria nefrosica è sconosciuto. Abbiamo valutato nel plasma di soggetti nefrosici e normali il livello (ng/ml) del fattore attivante piastrinico.
Metodi. Abbiamo studiato 21 pazienti con proteinuria nefrosica di origine glomerulare e 20 soggetti normali come controllo. Il livello plasmatico del fattore attivante piastrinico è stato valutato con (125I) RIA Kit (Du Pont NEN).
Risultati. I pazienti con proteinuria glomerulare hanno evidenziato un significativo (p<0,05) incremento in PAF plasmatico: 116,28±49,6 ng/ml contro 41,4±14,9 ng/ml dei soggetti normali.
Conclusioni. Lo studio mostra che il fattore attivante piastrinico può essere coinvolto nel meccanismo della genesi della proteinuria glomerulare umana.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail