Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2001 June;92(3) > Minerva Medica 2001 June;92(3):155-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2001 June;92(3):155-60

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Determination of opiates in urine: interpretation of comparison between EIA and FPIA and confirmation of samples with GC/MS

Giusiani M., Viviani P.


PDF  


Obiettivo. Scopo del nostro lavoro è stato quello di valutare un certo numero di campioni di urine ed analizzarli con due metodi immunochimici di screening.
Metodi. Abbiamo proceduto a conferma con tecnica più affidabile ottenendo una analisi critica di validità dei metodi di «prima analisi» impiegati. I campioni sono costituiti da 147 urine esaminati sia con la tecnica FPIA (ADx, Abbott) che con la tecnica EIA (Random 120, Bracco). La conferma è con il GC/MS.
Risultati. Al variare del valore soglia da 200 a 300 ng/ml la tecnica EIA sembra risentire molto di più delle variazioni dei valori di riferimento rispetto alla FPIA. Dei valori risultati discordanti tra le due metodiche è stato possibile procedere a conferma con GC/MS solo in cinque casi.
Conclusioni. Dallo studio dei dati ottenuti con i test immunochimici e sottoposti a conferma, è stato messo in luce come il dato GC/MS sia più vicino al risultato qualitativo ADx. La tecnica FPIA risulta concordante con il dato di conferma sia a 200 sia a 300 ng/ml con una percentuale dell'80,0%. Diversamente si comporta la tecnica EIA, presentando a 200 ng/ml una concordanza di valutazione del 40,0% mentre a 300 ng/ml abbiamo solo il 20,0%.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail