Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2001 June;92(3) > Minerva Medica 2001 June;92(3):137-44

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2001 June;92(3):137-44

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Ruolo dell’infezione da Helicobater pylori nel diabete mellito insulino-dipendente

Ojetti V., Pitocco D., Ghirlanda G., Gasbarrini G., Gasbarrini A.


PDF  


Obiettivo. I pazienti affetti da diabete mellito insulino-dependente (IDDM) mostrano una maggiore suscettibilità alle infezioni batteriche. L'infezione da H. pylori è la più comune infezione nel mondo. Abbiamo valutato la prevalenza di infezione da H. pylori, l'efficacia delle più comuni terapie eradicanti e l'incidenza di reinfezione ad 1 anno nei pazienti con IDDM e in un gruppo di dispeptici di controllo confrontabili per sesso ed età.
Metodi. 116 diabetici e 50 dispeptici sono stati sottoposti a 13C-urea breath (UBT) per la diagnosi di infezione da H. pylori. 64 diabetici infettati e 50 dispeptici infettati sono stati suddivisi sottoposti a una delle seguenti triplici terapie per sette giorni con: 1) amoxicillina, claritromicina, pantoprazolo; 2) tinidazolo, claritromicina, ranitidina bismuto citrato; 3) tinidazolo, claritromicina, pantoprazolo. I pazienti non eradicati dal primo ciclo terapeutico sono stati sottoposti a quadruplice terapia per 7 giorni con: tinidazolo, tetracicline, bismuto e pantoprazolo, Abbiamo valutato i sintomi gastrointestinali e gli effetti collaterali occorsi. 34 pazienti con IDDM e 40 pazienti dispetici trattati per l'infezione da H. pylori ed eradicati con successo (confermata con UBT ed istologia) sono stati rivalutati dopo 12 mesi.
Risultati. 37% dei pazienti con IDDM sono risultati infettati. L'età media dei pazienti infettati é risultata significativamente più alta rispetto ai soggetti negativi (40±12 vs 32±10 anni). Nessuna delle triplici terapia ha ottenuto una percentuale di eradicazione superiore al 62%; la quadruplice terapia ha ottenuto un tasso di eradicazione dell'88%. Nel 10% dei pazienti sottoposti a triplice terapia eradicante e nel 25% di quelli sottoposti alla quadruplice sono insorti effetti collaterali (p<0,05). La reinfezione da H. pylori è stata significativamente maggiore nei pazienti affetti da IDDM rispetto ai controlli: 38 vs 5% rispettivamente, p<0,001. L'età media dei pazienti diabetici reinfettati è stata significativamente superiore rispetto ai non reinfettati (40±12 vs 32±10 anni). Il fabbisogno medio di insulina e l'emoglobina glicosilata sono significativamente più alti nei pazienti reinfettati (44±9 vs 35±8 U/I e 7,2±1 vs 6,8±0,8).
Conclusioni. La prevalenza di infezione da H. pylori nei soggetti con IDDM è sovrapponibile a quella dei controlli. I pazienti con IDDM mostrano un tasso di eradicazione con triplice terapia significativamente inferiore rispetto ai controlli. L'utilizzo di una quadruplice terapia, eradica una più larga percentuale di pazienti, sebbene sia accompagnata da numerosi effetti collaterali. I dati emersi suggeriscono che l'utilizzo del vaccino per l'H. pylori possa essere l'unico trattamento efficace e a lungo termine nei pazienti affetti da IDDM.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail