Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2001 Aprile;92(2) > Minerva Medica 2001 Aprile;92(2):69-74

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2001 Aprile;92(2):69-74

lingua: Inglese

New hematological indices in the healthy elderly

Ruocco L., Del Corso L., Romanelli A. M., Deri D., Pentimone F.


PDF  


Obiettivo. Attualmente sono disponibili nuovi indici degli eritrociti e del conteggio di piastrine. Lo scopo di questo studio è di esaminare questi nuovi parametri negli anziani per definire i loro valori normali e confrontarli con quelli forniti dal produttore.
Metodi. Disegno sperimentale: studio comparativo. Ambiente: comunità, ambulatori di geriatria e medicina interna. Pazienti: 60 soggetti anziani sani autonomi (media 65 anni) e 66 giovani adulti sani come gruppo di controllo. Misurazioni: sono stati misurati i parametri tradizionali ed i nuovi parametri ematologici usando la tecnica H1 Bayer. I nuovi parametri ematologici sono: ampiezza del diametro degli eritrociti (RDW), ampiezza della distribuzione di emoglobina (HDW), volume medio delle piastrine (PDW), ematocrito delle piastrine (Pct). Sono poi stati confrontati i valori dei nostri soggetti con i valori Bayer. Risultati. L'intervallo di confidenza dei nuovi indici presenta limiti molto più veloci dei valori Bayer. Le differenze statistiche erano significative solo nel gruppo maschile: giovani adulti (Y) versus anziani (E) con valori più elevati in Y che in E per: RBC p=0,0002, conteggio piastrine p=0,050 e MPV p=0,026. Sono stati osservati valori più elevati in E per: MCV p=0,008, MCH p=0,006 e PDW p=0,004.
Conclusioni. In letteratura sono ampiamente riportati i parametri ematologici tradizionali degli anziani, mentre i nuovi valori ematologici non sono ancora discussi. I nostri risultati possono contribuire a definire i limiti di laboratorio dei nuovi valori ematologici negli anziani sani.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail