Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2001 Febbraio;92(1) > Minerva Medica 2001 Febbraio;92(1):49-56

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

 

Minerva Medica 2001 Febbraio;92(1):49-56

 CASI CLINICI

La sindrome di Sweet (Esperienza personale e revisione della letteratura)

Nifosì G.

La sindrome di Sweet o dermatosi acuta febbrile da neutrofili è una patologia cutanea ben caratterizzata che con elevata frequenza si associa a malattie molteplici, specie infiammatorie o neoplastiche, ematologiche in particolare, di solito precedendole di mesi o anche anni. In letteratura sono segnalati pochi casi, specie negli ultimi anni, soprattutto in forma di report o piccole casistiche. Recentemente, un ruolo patogenetico importante è stato attribuito ai linfociti a fenotipo TH1 producenti IL-2 e g-INF alla cui attivazione da parte di antigeni sconosciuti farebbe seguito l'attivazione locale e sistemica di neutrofili e macrofagi. Clinicamente si ha febbre elevata, malessere generale, eruzione cutanea di placche o noduli di colorito rossastro o violaceo dolenti, VES elevata e leucocitosi neutrofila. In questo lavoro è riportata l'esperienza personale sull'argomento che si riferisce a 4 casi osservati negli ultimi cinque anni. Tutti i pazienti rispondevano ai criteri diagnostici ed hanno risposto positivamente alla terapia con steroidi e/o indometacina. Dopo attenta revisione della letteratura recente, vengono descritti gli aspetti patogenetici, clinici e terapeutici di tale rara sindrome.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina