Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2000 Novembre-Dicembre;91(11-12) > Minerva Medica 2000 Novembre-Dicembre;91(11-12):291-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2000 Novembre-Dicembre;91(11-12):291-8

lingua: Italiano

Valutazione dell'efficacia e della tollerabilità della fangobalneoterapia radioattiva nella gonartrosi (Studio comparativo versus marconiterapia)

Fioravanti A., Bisogno S., Nerucci F., Cicero M. R., Locunsolo S., Marcolongo R.


PDF  


Obiettivo. Tra le metodiche crenoterapiche la fangobalneoterapia (FBT) rappresenta ancora oggi un valido ausilio nel trattamento dell'osteoartrosi (OA). Lo scopo del presente lavoro condotto presso lo Stabilimento termale di Merano (BZ), è stato quello di verificare l'efficacia e la tollerabilità della FBT con acque oligominerali radioattive fluorurate versus marconiterapia effettuando valutazioni a breve e a medio termine in 75 pazienti affetti da gonartrosi.
Metodi. Dei pazienti ammessi allo studio 48 sono stati trattati con FBT radioattiva e 24 con marconiterapia per un periodo di 2 settimane. All'inizio, alla fine e dopo tre mesi dal trattamento sono stati presi in considerazione i seguenti parametri: dolore spontaneo misurato con una scala visuoanalogica (VAS), indice di severità per la gonartrosi di Lequesne, valutazione della qualità di vita tramite questionario AIMS, ricorso alla terapia sintomatica, eventuale insorgenza di effetti collaterali, giudizio globale del medico e del paziente sull'efficacia e sulla tollerabilità del trattamento. Risultati. Una riduzione statisticamente significativa (p<0,0001) del dolore spontaneo è stata evidenziata al termine di entrambe le terapie, ma tale miglioramento persisteva a tre mesi soltanto nel gruppo sottoposto a FBT. Gli stessi risultati positivi sono stati ottenuti per gli altri parametri considerati.
Conclusioni. Questo studio conferma l'efficacia della FBT sia a breve che a medio termine nel trattamento della gonartrosi e ne suggerisce la possibilità di un suo impiego in associazione alle altre terapie sintomatiche permettendone una riduzione della posologia, con particolare vantaggio, soprattutto in quei pazienti che presentano controindicazioni all'uso di tali farmaci.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail