Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2000 September;91(9) > Minerva Medica 2000 September;91(9):185-90

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2000 September;91(9):185-90

lingua: Italiano

Rapporti fra livelli plasmatici di VIP, disfunzione esofagea e del microcircolo in corso di sclerosi sistemica

Danese C., Caiola S., Lucia P., Cedrone L., Colotto M., Arceri D., Angrisani L.


PDF  


Obiettivo. Recenti studi suggeriscono che le alterazioni della motilità esofagea presenti in corso di Sclerosi Sistemica, possono essere attribuite ad una diminuzione di neurotrasmettitori. Scopo del presente studio è quello di valutare i livelli plasmatici di VIP, correlarli con i valori pressori dello SEI e con lo score dei reperti capillaroscopici, in un gruppo di pazienti affetti da SSc.
Metodi. Undici soggetti (otto uomini e tre donne d'età tra i trenta e i settantadue anni), affetti da SSc, sono stati studiati mediante manometria esofagea e capillaroscopia e agli stessi, nonché ad un gruppo di soggetti sani di controllo, è stata determinata la concentrazione plasmatica di VIP. Mediante retta di regressione lineare sono stati correlati lo score dei reperti capillaroscopici, la pressione dello SEI e i tassi plasmatici di VIP.Risultati. I risultati dimostrano una diminuzione plasmatica di VIP nei pazienti affetti da SSc rispetto al gruppo di controllo con una differenza statisticamente significativa (p<0,01). La capillaroscopia ha mostrato notevoli alterazioni del microcircolo e la manometria ha riscontrato una diminuzione della pressione dello sfintere esofageo inferiore. Lo studio comparato tra lo score dei reperti capillaroscopici, i livelli plasmatici di VIP e la pressione dello SEI, dimostra che è presente una correlazione statisticamente significativa tra i valori pressori dello SEI e il tasso plasmatico di VIP.
Conclusioni. La diminuzione del tasso plasmatico di VIP esalta l'importanza dell'alterazione autonomica presente in corso di SSc e potrebbe contribuire a sostenere sia le alterazioni del tono vascolare, sia quelle della muscolatura dell'apparato gastroenterico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail