Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2000 July-August;91(7-8) > Minerva Medica 2000 July-August;91(7-8):179-84

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2000 July-August;91(7-8):179-84

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Trattamento chirurgico e terapia interventistica nell’ischemia cerebrale

Cacciapuoti F.


PDF  


Obiettivo di questa review è valutare le possibilità di correggere, oltre che in urgenza, anche in elezione, l'ischemia cerebrale, in modo da evitare l'episodio cerebrale acuto. Sono stati presi in considerazione pazienti con ischemia cerebrale ad etiologia tromboembolica. Vengono illustrati gli interventi chirurgici, attualmente effettuati in urgenza nelle forme emboliche e solamente a carico dei vasi extracranici e l'angioplastica (PTA) che per ora si incomincia ad eseguire sui soli vasi extracranici. Tale metodica (con o senza l'applicazione di uno o più stent) costituirà, a parere dell'Autore, il modo routinario di rivascolarizzazione cerebrale, attuabile in un prossimo futuro. Sono esposti i risultati attualmente conseguiti con la PTA extracranica nei principali Centri neurochirurgici del Mondo, le più frequenti complicanze ed i problemi ancora da risolvere. In conclusione, è auspicabile trattare col metodo interventistico, oltre che le lesioni extracraniche, anche quelle intracraniche, in modo da ridurre significativamente la mortalità della malattia ischemica cerebrale acuta ed i suoi esiti funzionali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail