Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2000 July-August;91(7-8) > Minerva Medica 2000 July-August;91(7-8):153-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2000 July-August;91(7-8):153-60

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Il dexketoprofene trometamolo nel trattamento dell’attacco acuto di emicrania

Allais G., De Lorenzo C., Airola G., Peano S., Benedetto C.


PDF  


Obiettivo. L' emicrania è una patologia dolorosa comune, molto invalidante: il manifestarsi di un attacco acuto implica spesso il doversi coricare a letto, ostacolando la partecipazione alle normali attività quotidiane. I farmaci anti-infiammatori non steroidei sono ampiamente utilizzati nel trattamento sintomatico dell'emicrania. Scopo di questo studio è stato valutare l'efficacia e la sicurezza di una nuova potente formulazione, il dexketoprofene trometamolo (DT), nel trattamento del dolore emicranico. Metodi. Per questo studio sono state reclutate 42 donne (età media 37,2±12,2, range 21-65) sofferenti di emicrania con (n=6) e senza (n=36) aura, diagnosticata secondo i criteri della International Headache Society. Le pazienti hanno trattato un singolo attacco con una compressa da 25 mg di DT. Il principale criterio di efficacia è stata la variazione dell'intensità del dolore emicranico, registrata su una scala analogico-visiva immediatamente prima e a 30, 60, 120, 240 minuti dall'assunzione del farmaco. Sono stati presi in considerazione anche gli eventuali sintomi di accompagnamento delle crisi e la comparsa di effetti collaterali. Risultati. L' intensità del dolore diminuiva significativamente dopo la somministrazione del farmaco, mostrando una progressiva tendenza alla riduzione nel tempo. Il decremento nei valori medi del VAS risultò già significativo a 30 minuti dall'assunzione di DT. Anche l' incidenza dei sintomi di accompagnamento (nausea, vomito, fotofobia e fonofobia) decrebbe significativamente dopo il trattamento. Nessun evento avverso serio fu riportato durante lo studio. Tutti gli eventi avversi segnalati furono di lieve entità e non richiesero alcun trattamento medico specifico. Conclusioni. Il DT si è dimostrato una terapia orale efficace e sicura nel trattamento dell' attacco emicranico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail