Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 1999 April;90(4) > Minerva Medica 1999 April;90(4):101-10

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 1999 April;90(4):101-10

lingua: Italiano

Citochine del turnover osseo in età postmenopausale e senile

Pratelli L., Cenni E., Granchi D., Tarabusi C., Ciapetti G., Pizzoferrato A.


PDF  


Obiettivo. Lo studio si propone di valutare l'influenza delle citochine sull'invecchiamento osseo attraverso la valutazione della loro concentrazione sierica e della produzione in vitro da parte di monociti, in soggetti di sesso femminile appartenenti a varie fasce di età.Metodi. È stato eseguito uno studio comparativo confrontando i livelli delle citochine in età postmenopausale e senile con quelli in età fertile (gruppo di controllo).Sono stati esaminati pazienti di sesso femminile che sono stati classificati in gruppi relativamente all'età: età fertile (13 pazienti), età postmenopausale (34 pazienti) ed età senile (14 pazienti).Sono stati esclusi i soggetti affetti da patologie responsabili di osteoporosi secondaria, quelli che assumevano farmaci interferenti con il metabolismo osseo e che riferivano abuso di alcolici o di tabacco. Sulle pazienti sono stati valutati con metodi immunometrici i livelli serici di insulin-like growth factor-I (IGF-I), che favorisce la neoformazione ossea, di Interferone g (IFNg), che inibisce il riassorbimento osseo, di interleuchina-1b (IL-1b), tumor necrosis factor a (TNFa) e interleuchina 6 (IL-6), che favoriscono il riassorbimento osseo. Parallelamente, l'IL-1b, il TNFa e l'IL-6 sono state determinati anche su colture di monociti da sangue periferico delle stesse pazienti. Una parte delle colture era stimolata con endotossina (LPS).Risultati. L'IGF-I del siero è stato trovato significativamente diminuito nelle pazienti in età postmenopausale e senile, mentre l'IFNg non ha presentato variazioni rilevanti. Tra le citochine del siero favorenti il riassorbimento osseo solo l'IL-6 era significativamente aumentata sia in età postmenopausale che senile, mentre il TNFa era diminuito in età postmenopausale. La determinazione nel sovranatante delle colture monocitarie non stimolate ha dimostrato un decremento significativo dell'IL-1b in età senile ed una riduzione significativa del TNFa sia in età postmenopausale che senile. L'indice di stimolazione (IS), inteso come rapporto tra la concentrazione delle citochine prodotte in vitro dai monociti stimolati con LPS e quelle prodotte dai monociti non stimolati, era aumentato significativamente per l'IL-1b e per il TNFa nelle pazienti in età postmenopausale rispetto ai soggetti in età fertile. L'IS per IL-6 era aumentato nell'età senile. Conclusioni. I risultati ottenuti dimostrano che valutando parallelamente i dosaggi delle citochine sul siero e quelli sui sovranatanti di colture monocitarie è possibile ottenere maggiori informazioni sull'invecchiamento osseo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail