Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2013 Dicembre;65(6) > Minerva Ginecologica 2013 Dicembre;65(6):607-20

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  MENOPAUSA


Minerva Ginecologica 2013 Dicembre;65(6):607-20

lingua: Inglese

Terapia ormonale sostitutiva in menopausa e nell’insufficienza ovarica prematura

Luisi S., Orlandini C., Biliotti G., Scolaro V., De Felice G., Regini C., Petraglia F.

Department of Molecular and Developmental Medicine Obstetrics and Gynecology, University of Siena, Siena, Italy


PDF  


La menopausa è definita dalla Organizzazione Mondiale della Sanità come la cessazione permanente delle mestruazioni a causa della perdita della funzione ovarica follicolare, dopo un anno di amenorrea. Essa implica la fine del ciclo mestruale e della vita riproduttiva della donna. L’età media dell’inizio della menopausa è di 51 anni; mentre l’età di insorgenza del menarca è diminuita nel corso degli ultimi decenni, l’età della menopausa è rimasta invariata. È possibile distinguere: 1) premenopausa, l’intervallo di tempo che conduce alla menopausa; 2) climaterio, l’intervallo di tempo tra la vita riproduttiva e quella non riproduttiva; 3) menopausa prematura, che avviene nell’1% delle donne. La menopausa può inoltre essere indotta iatrogenicamente tramite trattamento chirurgico, medico, chemioterapico e radioterapico. La capacità dello ovaie di produrre gli ormoni diminuisce nel tempo portando ad un aumento pulsatile del rilascio di FSH con l’intento di stimolare l’ovaio a produrre gli estrogeni. La menopausa è caratterizzata da diversi sintomi come vampate di calore, sudorazioni notturne, dispareunia, prolasso, prurito a causa dell’atrofia e della secchezza vaginale, incontinenza urinaria e disuria, ma anche gli aspetti psicologici non devono essere sottostimati, infatti molte donne soffrono di depressione, instabilità dell’umore, insonnia, stanchezza e diminuzione della libido. I sintomi più tardivi comprendono osteoporosi, disturbi cardiovascolari e neurodegenerativi. Lo scopo principale dei differenti trattamenti è il miglioramento della sintomatologia. Gli agenti farmacologici ed il supporto psicologico rappresentano gli strumenti principali per il trattamento della menopausa.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

stefano.luisi@unisi.it