Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2013 Ottobre;65(5) > Minerva Ginecologica 2013 Ottobre;65(5):505-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  NOVITÀ IN MEDICINA RIPRODUTTIVA


Minerva Ginecologica 2013 Ottobre;65(5):505-24

lingua: Inglese

Tecniche di riproduzione medicalmente assistita e fattori uterini implicati nel loro successo

Savasi V. 1, 2, Leone F. P. G. 1, 2, Fusè F. 1, 2, Parisi F. 1, 2, Cetin I. 1, 2

1 Unit of Obstetrics and Gynaecology Department of Clinical Sciences Hospital L. Sacco, Milan, Italy;
2 Centre for Fetal Research Giorgio Pardi University of Milan, Milan, Italy


PDF  


È noto che fattori uterini congeniti e acquisiti possano influenzare il successo di tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA). Numerosi studi hanno analizzato il ruolo di utero setto, adenomiosi, miomi, polipi endometriali e sinechie intrauterine nel determinismo dell’infertilità femminile. Le patologie citate possono infatti causare un’alterata recettività endometriale e di conseguenza una riduzione del tasso di impianto e gravidanza. In particolare, l’utero setto rappresenta la più frequente malformazione Mulleriana e risulta correlato ad un aumentato rischio di aborto. Diversi studi hanno valutato il ruolo della metroplastica isteroscopica sulla fertilità, tuttavia i risultati rimangono ad oggi controversi. Il ruolo dell’adenomiosi nell’infertilità è dibattuto, e nonostante diversi meccanismi fisiopatologici siano stati descritti per spiegare il fallimento dell’impianto, non univocamente chiara risulta la correlazione tra adenomiosi ed infertilità. L’effetto dei miomi sulla fertilità dipende dalla sua posizione, essendo certo il ruolo negativo dei sottomucosi, apparentemente nullo quello dei sottosierosi, mentre dibattutto è il ruolo dei miomi intramurali sugli outcome di fertilità. Di conseguenza, il potenziale ruolo della miomectomia sulla fertilità dipende dalla tipologia, essendo mandatorio il trattamento isteroscopico solo per i miomi sottomucosi. L’effetto dei polipi endometriali sulla recettività endometriale e sulla fertilità non è chiaro, anche se alcuni studi hanno riscontrato un miglioramento del tasso di gravidanza dopo polipectomia isteroscopica. In presenza di sinechie intrauterione, l’infertilità rappresenta la manifestazione più comune e il ripristino della normale anatomia uterina dovrebbe essere sempre eseguito laddove possibile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

irene.cetin@unimi.it