Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2013 February;65(1) > Minerva Ginecologica 2013 February;65(1):21-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  UROGINECOLOGIA: UN AGGIORNAMENTO


Minerva Ginecologica 2013 February;65(1):21-8

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Differenti approcci chirurgici per l’incontinenza urinaria da sforzo nelle donne

Mischinger J. 1, Amend B. 1, Reisenauer C. 2, Bedke J. 1, Naumann G. 1, Germann M. 1, Kruck S. 1, Arenas Desilva L. F. 1, Wallwiener H. 2, Koelbl H. 3, Nitti V. 4, Sievert K. D. 1

1 Department of Urology, University of Tuebingen, Tuebingen, Germany; 2 Department of Gynecology, University of Tuebingen, Tuebingen, Germany; 3 Department of Gynecology, University of Mainz, Mainz, Germany; 4 Department of Gynecology, University of Vienna, Vienna, Austria; 5 Department of Urology, NYU Langone Medical Center, New York, New York


PDF  


L’incontinenza urinaria da sforzo (stress urinary incontinence, SUI) costituisce la minzione involontaria, a seguito della crescente pressione intra-addominale, causata dalla debolezza dello sfintere. Negli ultimi anni sono stati pubblicati studi sulla gestione chirurgica della SUI, che valutano e confrontano le opzioni terapeutiche e gli esiti. Le opzioni terapeutiche sono state valutate utilizzando una ricerca su Medline, comprendente solo le pubblicazioni in lingua inglese tra il 2000 e il 2012. Le parole chiave utilizzate sono state: SUI, trattamento conservativo e chirurgico, sling medio-uretrale (MUS), colposospensione. Le opzioni di trattamento chirurgico dimostrano risultati significativamente migliori rispetto al trattamento conservativo. Lo sling medio-uretrale dimostra percentuali di guarigione soggettive e oggettive migliori rispetto alla colposospensione; è meno invasivo e più conveniente dal punto di vista dei costi. La terapia SUI di prima linea, come MUS RP e TVT, sembra essere preferita rispetto alle tecniche transotturatorie. La procedura MUS retropubica e transotturatoria ha dimostrato percentuali di successo obiettive e soggettive equivalenti. La colposospensione aperta è una possibilità di trattamento efficace per SUI ricorrente dopo fallimento del MUS. La procedura TVT, rispetto ad altre procedure MUS, sembra mostrare percentuali di guarigione leggermente migliori, ma le complicanze perioperatorie sembrano essere simili. I risultati a lungo termine (>10 anni) di ripetuti interventi chirurgici SUI hanno dimostrato che la procedura di Burch ha la più bassa incidenza cumulativa a 9 anni di chirurgia SUI ripetuta. Le tecniche con mini-sling possono essere sottovalutate, ma si attendono i risultati a lungo termine ed è necessario eseguire un più attento monitoraggio del profilo degli eventi avversi. Le procedure MUS sono la prima scelta nel trattamento della SUI, tra cui la TVT ha la percentuale di cura migliore. La colposospensione continua ad avere un posto rilevante nella SUI ricorrente. La nuova procedura con mini MUS necessita di un follow-up più lungo per la valutazione finale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

karl.sievert@med.uni-tuebingen.de