Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2012 October;64(5) > Minerva Ginecologica 2012 October;64(5):447-53

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI SPECIALI  


Minerva Ginecologica 2012 October;64(5):447-53

lingua: Italiano

Medical Humanities in ginecologia e ostetricia

Surico N., Codecà C., Caccia S.

Clinica Ginecologica e Ostetrica, AOU Maggi, Novara, Italia


PDF  


La medicina è un insieme di scienza, tecnica e valori umani. Il paradigma più moderno della medicina si articola oggi sul binomio della vulnerabilità dell’uomo e della sua necessità di cura, in senso tecnico-farmacologico, ma soprattutto nel senso della relazione umana. Certamente la prospettiva della solidarietà deve rappresentare la base forte dell’aspetto relazionale nel rapporto tra medico e paziente, nella considerazione che questa prospettiva è oggi un chiaro indicatore del livello di civiltà di un popolo. Il concetto di cura deve essere quindi inteso nella sua duplice e inscindibile accezione: da un lato il gesto di curare (il to cure degli anglosassoni) e dall’altro l’atteggiamento del prendersi cura (il to care della cultura anglosassone). Nel nostro paese il termine è unico, ma deve necessariamente inglobare entrambi i significati, di fatto inscindibili. Il compito del medico è, quindi, quello di curare, assistere, comprendere ed essere al servizio dell’essere umano nella sua interezza e nella sua centralità.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

nicola.surico@med.unipmn.it