Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2012 August;64(4) > Minerva Ginecologica 2012 August;64(4):281-92

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  PRE-ECLAMPSIA


Minerva Ginecologica 2012 August;64(4):281-92

lingua: Inglese

Pre-eclampsia e rischio cardiovascolare

Hermes W. 1, Van Kesteren F. 2, De Groot C. J. M. 3

1 Department of Obstetrics and Gynecology, Medical Center Haaglanden and Vu University Medical Center, The Hague, the Netherlands;
2 Department of Obstetrics and Gynecology, Vu University Medical Center, Amsterdam, the Netherlands;
3 Department of Obstetrics and Gynecology, Vu University Medical Center, Amsterdam, the Netherlands


PDF  


L’associazione tra pre-eclampsia e malattia cardiovascolare ha suscitato un interesse crescente negli ultimi anni. Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte nella popolazione femminile occidentale, ed ogni anno più donne che uomini muoiono per malattia cardiaca. La più comune patologia della gravidanza è la pre-eclampsia. Caratterizzata da ipertensione e proteinuria comparsa ex novo, la pre-eclampsia continua ad essere responsabile di un’elevata morbilità e mortalità materna e fetale in tutto il mondo. La gravidanza è stata descritta come uno “stress test” per una futura malattia cardiovascolare, permettendo di identificare donne abbastanza giovani da trarre vantaggio dallo screening. Le donne con una storia di preeclampsia (severa) a insorgenza precoce sono quelle a rischio più elevato di sviluppare successivamente una malattia cardiovascolare. Resta, tuttavia, ancora sconosciuto il preciso legame esistente tra le due patologie. In questa review sono descritti diversi aspetti dell’associazione tra preeclampsia e malattia cardiovascolare, ed è presentata una panoramica della letteratura recente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

herwie@mchaaglanden.nl