Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2012 April;64(2) > Minerva Ginecologica 2012 April;64(2):173-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  COLPOSCOPIA


Minerva Ginecologica 2012 April;64(2):173-80

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Colposcopia

Pretorius R. G. 1, Belinson J. L. 2

1 Department Obstetrics and Gynecology, Southern California Permanente Medical Group-Fontana, Fontana, CA, USA; 2 Preventive Oncology International, Cleveland, OH, USA


PDF  


Sebbene negli anni Ottanta la biopsia mirata su guida colposcopica escludesse oltre il 90% delle CIN 3 e dei carcinomi (CIN 3+), recenti review hanno rilevato una sensibilità di tale biopsia per le CIN 3+ del 50-65%. Studi cinesi hanno mostrato che la sensibilità della biopsia mirata su guida colposcopica è più elevata per le CIN 3+ di grandi dimensioni rispetto alle CIN 3+ di piccole dimensioni ed è più elevata per l’associata citologia cervicale di alto grado rispetto alla citologia cervicale di basso grado. Negli anni Ottanta, la biopsia mirata su guida colposcopica escludeva oltre il 90% delle CIN 3+ poiché i centri di colposcopia valutavano donne con citologia di alto grado manifestanti CIN 3+ di grandi dimensioni; attualmente, non vengono più escluse CIN 3+ poiché gli attuali centri di colposcopia valutano anche donne con citologia di basso grado che presentano CIN 3+ di piccole dimensioni. Quando la biopsia mirata su guida colposcopica è utilizzata per escludere CIN 3+, la comprensione dell’evoluzione naturale della CIN viene alterata, si verificano errori nella definizione di un’appropriata pratica di screening e una diagnosi inaccurata si traduce in un trattamento inadeguato. L’impressione che la CIN sia più comune sul labbro anteriore della cervice è un artefatto introdotto dall’inaccuratezza della colposcopia. Un entusiasmo ingiustificato riguarda lo screening mediante ispezione visiva con acido acetico (VIA) ha avuto luogo quando la sensibilità VIA per la CIN 3+ è stata inflazionata dagli studi di screening utilizzanti la biopsia mirata su guida colposcopica quale standard di riferimento per CIN 3+. Al fine di limitare il danno di una diagnosi inaccurata associata alla biopsia mirata su guida colposcopica, insieme alla colposcopia consigliamo l’esecuzione di biopsie casuali alla giunzione squamocolonnare nei quadranti cervicali senza lesioni visibili e, a meno che la donna non sia gravida, il currettage endocervicale (CEC). Poiché la diagnosi di CIN 3+ eseguita esclusivamente mediante currettage endocervicale è rara nelle donne di età inferiore ai 25 anni, il CEC può essere omesso nelle donne di tale fascia d’età. Se vengono eseguite molteplici biopsie cervicali, al fine di limitare il disagio deve essere utilizzato uno strumento da biopsia broncoscopica in grado di ottenere biopsie da 2 mm.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

robert.g.pretorius@kp.org