Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2012 Febbraio;64(1) > Minerva Ginecologica 2012 Febbraio;64(1):75-88

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  MAMMELLA


Minerva Ginecologica 2012 Febbraio;64(1):75-88

lingua: Inglese

Significato emergente del signaling dei coregolatori del recettore degli estrogeni nel carcinoma mammario

Mann M., Krishnan S., Vadlamudi R. K.

Department Obstetrics and Gynecology, UT Health Science Center, San Antonio, USA


PDF  


Il recettore degli estrogeni (ERa) svolge un ruolo importante nell’iniziazione e nella progressione del carcinoma mammario. Molte pazienti con carcinoma mammario rispondono positivamente alla terapia ormonale; tuttavia, spesso si manifesta una resistenza iniziale o acquisita alle terapie endocrine, e i tumori si ripresentano come metastasi. Evidenze emergenti suggeriscono che l’azione dell’ERa è complessa ed implica interazioni funzionali con i coregolatori. In condizioni normali, i livelli delle proteine coregolatrici dell’ERa sono regolati con precisione, mentre nei tumori maligni le proteine coregolatrici dell’ERa possono essere espresse diversamente, con un’alterazione funzionale che porta alla progressione del tumore ed allo sviluppo di metastasi. In questa review, presentiamo una sintesi delle recenti scoperte relative ai coregolatori dell’ERα ed illustriamo le implicazioni della de-regulation dei coregolatori dell’ERa nelle metastasi di carcinoma mammario.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

vadlamudi@uthscsa.edu