Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2012 Febbraio;64(1) > Minerva Ginecologica 2012 Febbraio;64(1):23-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2012 Febbraio;64(1):23-9

lingua: Italiano

Dieta, metformina e inositolo in donne sovrappeso e obese con sindrome dell’ovaio policistico: effetti sulla composizione corporea

Le Donne M. 1, Alibrandi A. 2, Giarrusso R. 3, Lo Monaco I. 1, Muraca U. 3

1 Dipartimento di Scienze Ginecologiche Ostetriche e Medicina della Riproduzione Università di Messina, Messina, Italia;
2 Dipartimento di Scienze Economiche, Finanziarie, Sociali, Ambientali, Statistiche e del Territorio, Università di Messina, Messina, Italia;
3 Dipartimento di Scienze Biochimiche, Fisiologiche e della Nutrizione, Università di Messina, Messina, Italia


PDF  


Obiettivo. Valutare gli effetti della dieta da sola, in associazione a metformina o a metformina con myo-inositolo (MYO) su irregolarità mestruale, irsutismo, peso e composizione corporea in donne soprappeso/obese con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS).
Metodi. Ventisette pazienti sono state trattate: nove con sola dieta (D); nove con dieta e metformina 1000 mg/die (D+M); nove con dieta, metformina 500 mg/die e MYO 4 g/die più 400 µg di acido folico. Sono stati valutati in condizioni basali e a tre mesi: il ritmo mestruale, l’indice di Ferriman, l’indice di massa corporea (BMI), il rapporto giro vita e giro fianchi (WHR) e la composizione corporea mediante BIA 101 della AKERN SRL.
Risultati. Il ritmo mestruale si è ripristinato in un numero significativo di pazienti del gruppo D+M+I(P<0,05); l’indice di Ferriman si è ridotto significativamente con il calo ponderale (P<0,05). Peso, BMI, circonferenza vita e fianchi si sono ridotti significativamente in tutti i gruppi senza modificazione del WHR; la metformina contribuiva significativamente al calo ponderale (P=0,025). Mentre la massa grassa (MG) kg e % si è ridotta significativamente, la riduzione della massa magra (MM) kg era di lieve entità, significativa solo nel gruppo D (P<0,05) ed era correlata all’indice di Ferriman.
Conclusioni. Il calo ponderale in pazienti obese PCOS migliora i sintomi e la composizione corporea; l’aggiunta di metformina incrementa il calo ponderale; l’ulteriore aggiunta del MYO contribuisce ancor di più al ripristino del ritmo mestruale. Occorrono ulteriori studi, per confermare il ruolo di metformina e MYO sul miglioramento della composizione corporea, con particolare riguardo alla MM anch’essa correlata come la MG ad alcuni parametri di rischio cardiovascolare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

marialedonne@tin.it