Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2011 June;63(3) > Minerva Ginecologica 2011 June;63(3):261-74

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  NOVITÀ 2011 IN GINECOLOGIA


Minerva Ginecologica 2011 June;63(3):261-74

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Il ruolo della chemioterapia neoadiuvante nella gestione del carcinoma della mammella

Aigner J., Schneeweiss A., Sohn C., Marmé F.

Department of Obstetrics and Gynecology, University Hospital Heidelberg, University of Heidelberg and , National Center for Tumor disease, Heidelberg, Germany


PDF  


La chemioterapia neoadiuvante per il carcinoma dellla mammella è il gold standard nel trattamento del carcinoma mammario localmente avanzato e inoperabile ma, sulla base di una consistente base di evidenze, è diventata un’alternativa di trattamento convenzionale per i pazienti con patologie operabili, candidati ideali per la chemioterapia adiuvante. La chemioterapia neoadiuvante mira a ridurre la mortalità e ad aumentare le opzioni chirurgiche e, allo stesso tempo, permette un test di chemiosensibilità in vivo. Rappresenta il setting ideale per la ricerca clinica e traslazionale. La somministrazione della chemioterapia prima dell’intervento chirurgico solleva alcune questioni importanti concernenti la scelta dei regimi di trattamento specifici così come la gestione dei linfonodi localizzati nell’ascella e la radioterapia postoperatoria. È necessaria un’analisi affidabile di elevata qualità diagnostica e patologica per stabilire una chemioterapia neoadiuvante personalizzata ideale. Questa review fornisce un quadro della gestione attuale del carcinoma della mammella nell’ambito della chemioterapia neoadiuvante.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

frederik.marme@med.uni-heidelberg.de