Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2011 April;63(2) > Minerva Ginecologica 2011 April;63(2):189-94

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2011 April;63(2):189-94

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Proposta per una valutazione preoperativa sistemica dell’endometriosi pelvica

Scioscia M. 1, 2, Speri C. 1, Menegazzi F. 1, Lamanuzzi M. 2, Trivella G. 1. 2, Musola M. 1, 2, Spoto E. 3, Mainardi P. 3, Minelli L. 1, 2

1 Department of Obstetrics and Gynecology, Sacro Cuore Don Calabria General Hospital, Negrar, Verona, Italy; 2 European Gynecology Endoscopy School (EGES), Negrar, Verona, Italy; 3 Department of Radiology, Sacro Cuore Don Calabria General Hospital, Negrar, Verona, Italy


PDF  


Obiettivo. L’endometriosi severa rappresenta una delle situazioni cliniche e chirurgiche più complesse in ginecologia. Le valutazioni preoperatorie dell’estensione della malattia rivestono un ruolo cardine nella valutazione di una terapia medica o chirurgica e talvolta per programmare un approccio multidisciplinare.
Metodi. Un approccio diagnostico sistematico è stato proposto e valutato in un centro di riferimento di terzo livello. Esso è basato su una valutazione clinica iniziale e una ecografia pelvica di secondo livello. Ulteriori esami, qualora richiesti, devono mirare a dimostrare o escludere il coinvolgimento di altri organi pelvico addominali quali il tratto enterico e urinario e le strutture nervose.
Risultati. L’applicazione del protocollo proposto ha portato a una riduzione del numero di interventi chirurgici che erano non radicali a causa di un consenso informato incompleto per mancata diagnosi (P<0,001).
Conclusioni. I nostri dati supportano l’efficacia di un approccio diagnostico sistematico all’endometriosi. Questo permette di pianificare la terapia con un approccio multidisciplinare quando necessario.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

marcoscioscia@gmail.com