Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2010 Aprile;62(2) > Minerva Ginecologica 2010 Aprile;62(2):91-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4784

Online ISSN 1827-1650

 

Minerva Ginecologica 2010 Aprile;62(2):91-6

 ARTICOLI ORIGINALI

Valori di vitamina D a fine gravidanza e durante allattamento in donne di pigmentazione bianca e nera abitanti in Italia settentrionale

Gaggero M. 1, Mariani L. 2, Guarino R. 3, Patrucco G. 4, Ballardini G. 1, Boscardini L. 1, Barbaglia M. 1, Bello L. 2, Guala A. 1

1 Department of Pediatrics, Castelli Hospital, Verbania, Italy;
2 Obstetrics and Gynecology Department, Castelli Hospital, Verbania, Italy;
3 Department of Pediatrics, Hospital of Taormina, Messina, Italy;
4 Laboratory of Medical Biochemistry and Clinical Analysis, S. Andrea Hospital, Vercelli, Italy

Obiettivo. Valutare il livello sierico di vitamina D in una popolazione di madri di pigmentazione bianca e nera che vivono nella stessa area geografica dell’Italia settentrionale (latitudine 45° 8’ N) e la sua correlazione con la concentrazione sierica di vitamina D nei rispettivi neonati alla nascita, a 2 e a 12 mesi.
Metodi. Dodici coppie di donne-neonati di pigmentazione bianca e 12 coppie di donne-neonati di pigmentazione nera sono state reclutate fra gennaio e marzo 2006. Le donne incluse nello studio non avevano patologia pre-esistente ed hanno partorito a termine di gravidanza (37-41 settimane di età gestazionale). Solo i bambini di pigmentazione nera hanno ricevuto supplementazione di vitamina D dalla nascita ad 1 anno di vita.
Risultati. Undici donne di pigmentazione nera e 12 donne di pigmentazione bianca avevano bassi livelli di vitamina D al termine della gravidanza. Ugualmente, sia i neonati di pigmentazione bianca che quelli di pigmentazione nera sono risultati in carenza di vitamina D alla nascita. Dopo 12 mesi le donne di pigmentazione bianca avevano ripristinato livelli sierici di vitamina D fisiologici, mentre le donne di pigmentazione nera erano rimaste in uno stato di carenza di vitamina D. I neonati di pigmentazione nera, che avevano ricevuto supplementazione, mostravano concentrazioni sieriche di vitamina D più basse rispetto ai neonati di pigmentazione bianca a 1 anno di vita.
Conclusioni. Questi dati hanno evidenziato che tutte le donne che abitano nella stessa regione dell’Italia settentrionale, in assenza di supplementazione, sono ugualmente carenti di vitamina D al termine della gravidanza, indipendentemente dal colore della pelle. Ne consegue che tutte le donne dovrebbero ricevere supplementazione di vitamina D durante la gravidanza e l’allattamento, anche se tale supplementazione sembra apportare maggiore beneficio alle donne di pigmentazione nera.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina