Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2009 Dicembre;61(6) > Minerva Ginecologica 2009 Dicembre;61(6):483-9

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4784

Online ISSN 1827-1650

 

Minerva Ginecologica 2009 Dicembre;61(6):483-9

MENOPAUSA 

 REVIEW

Modificazioni ormonali associate alla transizione menopausale

Su H. I. 1, Freeman E. W. 2

1 Department of Reproductive Medicine, University of California, San Diego, CA, USA
2 Departments of Obstetrics and Gynecology and Psychiatry, University of Pennsylvania. Philadelphia, PA, USA

La transizione menopausale (menopausal transition, MT) è il periodo di tempo che precede nei soggetti di sesso femminile la fine dei cicli mestruali (final menstrual period, FMP). La MT è associata a modificazioni dei cicli mestruali e dei profili ormonali. Negli ultimi anni la ricerca ha caratterizzato le modificazioni degli ormoni legati alla fertilità nel periodo MT, per chiarire il processo dell’invecchiamento riproduttivo e per identificare i potenziali predittori circa la comparsa della menopausa. L’ormone follicolostimolante (follicle stimulating hormone, FSH), l’ornmone anti-Mulleriano (anti-Mullerian hormone, AMH), l’inibina B e l’estradiolo rappresentano i quattro obiettivi principali di questi studi. I dati attuali evidenziano durante il periodo MT un aumento dei livelli di FSH e una diminuzione dell’AMH, dell’inibina B e dell’estradiolo. L’AMH sembra essere il primo marcatore dei cambiamenti, seguito dal FSH e dall’inibina B. L’estradiolo diminuisce nella fase finale della MT. Attualmente non sono stati individuati dei livelli ormonali che predicano la durata della MT o della FMP. Sono disponibili dati molto preliminari sul ruolo dell’AMH quale predittore della menopausa. Sino a quando non saranno disponibili ulteriori evidenze che possa no rendere possibile l’identificazione di livelli ormonali clinicamente utili per la predizione della MT o della FMP, la diagnosi di MT e di FMP dovrebbe basarsi esclusivamente sui segni e sintomi clinici.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina