Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2009 August;61(4) > Minerva Ginecologica 2009 August;61(4):247-52

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  MEDICINA RIPRODUTTIVA: UN PONTE VERSO IL FUTURO


Minerva Ginecologica 2009 August;61(4):247-52

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Cellule staminali e medicina riproduttiva

Oktem O. 1, Oktay K. 2

1 Women’s Health Center, Assisted Reproduction Unit Molecular Reproduction and Fertility Preservation Program, American Hospital, Istanbul, Turkey 2 Institute for Fertility Preservation, Department of Obstetrics and Gynecology, Westchester Medical Center-New York Medical College Valhalla, NY, USA


PDF  


Per decine di anni è rimasto saldo un dogma centrale nella biologia riproduttiva, secondo cui i mammiferi di sesso femminile sono nati con un numero stabilito non rinnovabile di cellule germinali a livello ovarico. Recenti studi rivoluzionari hanno confutato questo dogma dimostrando l’oogenesi postnatale a livello dell’ovaio adulto. In questo articolo, gli autori presentano una revisione per quanto riguarda la formazione di cellule germinali primordiali, i precursori dei gametociti adulti iniziando dalla loro specificazione fino alla loro migrazione nelle gonadi, con particolare enfasi per quanto riguarda gli studi sulle cellule staminali, in cui sono stati ottenuti gametociti a partire da cellule staminali germinali e da cellule staminali non della linea germinale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail