Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2009 Aprile;61(2) > Minerva Ginecologica 2009 Aprile;61(2):141-52

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2009 Aprile;61(2):141-52

lingua: Inglese

Il ruolo della modalità di concepimento sul decorso delle gravidanze gemellari. Una review

Shebl O., Ebner T., Sir A., Sommergruber M., Tews G.

IVF-Unit, Landesfrauen- und Kinderklinik Linz, Austria


PDF  


Le tecniche di fecondazione artificiale (artificial reproductive techniques, ART) sono diventate un trattamento di routinario e di successo dell’infertilità. Le gravidanze gemellari sono più frequenti dopo il ricorso alle ART rispetto al concepimento spontaneo. Sono stati descritti diversi aspetti circa il decorso ostetrico e perinatale delle gravidanze gemellari dopo ART rispetto a quelle gemellari da concepimento spontaneo. Per valutare i rischi specifici delle gravidanze gemellari ottenute con le ART, è stata rivista la letteratura scientifica relativa ai rischi ostetrici e perinatali e alle differenze tra le gravidanze gemellari spontanee e quelle artificiali. In questa review sono stati presi in considerazione undici studi. Tre di essi erano studi con dati accoppiati, otto presentavano dati non accoppiati. I risultati degli studi presi in considerazione sono stati ampiamente diversi tra loro. Le gravidanze gemellari da ART hanno evidenziato un tasso aumentato di parti cesarei ed hanno avuto una tendenza ad avere un rischio più elevato di parto pre-termine e di basso peso alla nascita rispetto alle gravidanze gemellari spontanee. Le condizioni che possono influenzare il decorso delle gravidanze gemellari dopo ART sono varie. Nei programmi di fertilizzazione in vitro le gravidanze gemellari dovrebbero essere evitate e i medici devono informare le pazienti dei rischi specifici legati al trasferimento di più di un embrione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail