Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2009 April;61(2) > Minerva Ginecologica 2009 April;61(2):89-95

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2009 April;61(2):89-95

lingua: Italiano

Prevalenza dell’incontinenza urinaria e della riabilitazione pelvi-perineale nel postpartum in una coorte di pazienti primipare e secondipare

Driul L. 1, Del Neri C. 2, Bertozzi S. 1, Londero A. P. 1, Petrovec M. M. 1, Di Benedetto P. 2, Marchesoni D. 1

Clinica di Ginecologia ed Ostetricia Università degli Studi di Udine, Udine, Italia


PDF  


Obiettivo. L’incontinenza urinaria è una classica manifestazione del traumatismo perineale legato al parto, la cui prevalenza è stimata, in rapporto all’età, tra il 10% e il 50%. La riabilitazione pelvi-perineale è un’ottima opportunità preventiva contro i disordini pelvi-perineali. L’obiettivo del presente studio è stato quello di valutare la prevalenza dell’incontinenza urinaria e dei disordini pelvi-perineali nel contesto locale, nonchè della riabilitazione pelvi-perineale.
Metodi. Tra le 1 793 donne che hanno partorito a Udine nel 2006, sono state selezionate 900 primipare e secondipare di razza caucasica, con gravidanze singole a termine, datate ecograficamente entro 20 settimane gestazionali. Ne sono state contattate telefonicamente 602, somministrando loro un questionario creato da noi e il King’s Health Questionnaire.
Risultati. La prevalenza della riabilitazione pelvi-perineale nella nostra popolazione è 4,49%, mentre quella dei disordini pelvi-perineali risulta ben più elevata intorno al 40,20%. La prevalenza dell’incontinenza urinaria è rispettivamente 27,57% da stress e 14,45% da urgenza, con una loro sovrapposizione nel 9,8% dei casi, e storia di pregressa incontinenza nel 9,97%. La prevalenza di incontinenza urinaria da urgenza in donne sottoposte a riabilitazione è significativamente inferiore a quelle non trattate (P=0,004). La dispareunia rappresenta il 16,11% dei casi, l’incontinenza coitale lo 0,33%. Sono emersi anche un unico caso di incontinenza ai gas e nessuno di incontinenza fecale.
Conclusioni. La riabilitazione pelvi-perineale nella popolazione osservata risulta avere una prevalenza molto bassa, soprattutto se confrontata con l’elevata prevalenza dei disturbi correalti a disfunzioni del pavimento pelvico nel postpartum.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail