Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2009 Febbraio;61(1) > Minerva Ginecologica 2009 Febbraio;61(1):45-51

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2009 Febbraio;61(1):45-51

lingua: Inglese

Medicina nucleare e carcinoma della cervice uterina

Grigsby P. W.

Department of Radiation Oncology Division of Nuclear Medicine Mallinckrodt Institute of Radiology Department of Obstetrics and Gynecology Alvin J. Siteman Cancer Center Washington University Medical Center St. Louis, MO, USA


PDF  


La stadiazione delle pazienti affette da cancro della cervice uterina si basa sul sistema di stadiazione clinica International Federation of Gynecology and Obstetrics (FIGO). Le indagini radiologiche per immagini tradizionali e attualmente in uso, impiegate per la stadiazione clinica della malattia secondo i criteri FIGO, sono la radiografia del torace, l’urografia endovenosa e la radiografia dello scheletro. Lo sviluppo e l’impiego di esami strumentali complementari possono guidare e dirigere la terapia, ma non cambiano lo stadio clinico della malattia. Altri esami radiologici che sono stati utilizzati sono il clisma opaco e la linfangiografia. Sia la tomografia computerizzata (TC) che la risonanza magnetica nucleare (RMN) sono due metodiche a cui attualmente le pazienti vengono comunemente sottoposte. Più recentemente, la tomografia ad emissione di positroni (PET) associata alla TC (PET/TC) è l’esame radiologico “total body” preferito nei casi di pazienti affette da cancro invasivo della cervice uterina. La singola tomografia computerizzata ad emissione di fotoni (SPECT) associata alla TC, ossia la SPECT/TC, è ora un’altra metodica radiologica impiegata in questa tipologia di pazienti. Queste nuove metodiche di diagnostica per immagine permettono un’aumentata accuratezza nella diagnosi e stadiazione del cancro della cervice uterina, migliorano la selezione e l’indicazione della terapia, riducono le incertezze nella monitorizzazione della risposta alla terapia, e costituiscono un mezzo per una sorveglianza obiettiva a lungo termine di queste pazienti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail