Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2008 October;60(5) > Minerva Ginecologica 2008 October;60(5):451-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Ginecologica 2008 October;60(5):451-3

lingua: Inglese

Trombosi venosa profonda in una paziente affetta da voluminoso mioma uterino: caso clinico

Asciutto G. 1, Mumme A. 1, Marpe B. 1, Hummel T. 1, Asciutto K. C. 2, Geier B. 1

1 Department of Vascular Surgery, St. Josef Hospital, Bochum, Germany
2 Department of Gynecology, Augusta-Kranken-Anstalt, Bochum, Germany


PDF  


Una donna di 42 anni era stata ricoverata in seguito alla comparsa di edema dolente dell’arto inferiore sinistro. Una tomografia computerizzata aveva evidenziato un ingrossamento disomogeneo dell’utero determinato da multipli miomi, causa di occlusione trombotica della vena iliaca di sinistra. Il trattamento chirurgico è consistito in un’isterectomia semplice. Durante lo stesso intervento chirurgico, è stata effettuata la trombectomia trans-femorale ed è stato impiantato uno stent nella vena iliaca. L’esame istologico definitivo ha evidenziato numerosi leiomiomi come pure un nodo di endometriosi. La paziente ha avuto una degenza postoperatoria priva di complicanze ed è attualmente priva di dolore a sei mesi dall’intervento chirurgico. Il sistema venoso profondo è attualmente pervio ai controlli di follow-up. I miomi uterini raramente causano una trombosi acuta della vena iliaca per compressione diretta. Questo caso rappresenta un esempio di efficace trattamento applicando un approccio multidisciplinare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail