Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2008 Giugno;60(3) > Minerva Ginecologica 2008 Giugno;60(3):209-21

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4784

Online ISSN 1827-1650

 

Minerva Ginecologica 2008 Giugno;60(3):209-21

 ARTICOLI ORIGINALI

Effetto dell’endometriosi sul decorso della fecondazione in vitro

Catenacci M., Falcone T.

Department of Obstetrics and Gynecology, The Cleveland Clinic, Cleveland, OH, USA

Obiettivo. L’endometriosi è una tra le cause principali del dolore pelvico e dell’infertilità. L’impianto di cellule endometriali sulla superficie peritoneale può provocare una patologia di diversa gravità, che nei casi più gravi giunge all’estesa adesione pelvica e ad anormalità anatomiche. L’infertilità può derivare dalle anormalità anatomiche così come da fattori cellulari proinfiammatori ed immunitari. Le opzioni terapeutiche per le pazienti che vogliono una gravidanza comprendono l’asportazione chirurgica e/o la fertilizzazione in vitro. L’obiettivo di questo studio è stato quello di rivedere la letteratura scientifica relativa alla patogenesi dell’endometriosi e alle opzioni terapeutiche per l’infertilità.
Metodi. Analizzando i database Pubmed e Cochrane sono stati rivisti gli articoli recentemente pubblicati sull’infertilità e sull’endometriosi.
Risultati. La fertilizzazione in vitro (in vitro fertilization, IVF) rappresenta una valida opzione per le pazienti che non hanno recuperato la fertilità dopo essersi sottoposte ad intervento chirurgico. L’IVF può essere offerta tempestivamente alle pazienti più anziane o a quelle con malattia più grave. Non è chiaro se un precedente intervento chirurgico abbia effetti deleteri sul decorso della IVF. Sembra tuttavia che l’asportazione chirurgica degli endometriomi possa portare ad una diminuzione della riserva ovarica, sebbene questo possa non influenzare la fertilità. Gli agonisti GnRH possono avere un ruolo promettente nei cicli IVF.
Conclusioni. L’endometriosi è una tra le cause principali del dolore pelvico e dell’infertilità. La teoria più accettata sulla patogenesi dell’endometriosi è quella di Sampson, che teorizza un trapianto retrogrado, ma sono coinvolti una miriade di altri fattori. La diagnosi di certezza è operatoria, di conseguenza la reale prevalenza di questa patologia resta incerta. Molte pazienti con endometriosi si sottoporranno a trattamenti per la fertilità, in questo caso se viene rilevata la presenza di endometriosi, questa dovrebbe essere trattata.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina