Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2008 Aprile;60(2) > Minerva Ginecologica 2008 Aprile;60(2):165-82

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2008 Aprile;60(2):165-82

lingua: Inglese

Prolasso posteriore del pavimento pelvico e review degli aspetti anatomici, dei test pre-operatori e della gestione chirurgica

Kleeman S. D. 1, 2, Karram M. 1, 2

1 Section of Urogynecology, Department of Obstetrics and Gynecology, University of Cincinnati, Cincinnati, OH, USA
2 Division of Urogynecology, and Reconstructive Pelvic Surgery, Good Samaritan Hospital, Cincinnati, OH, USA


PDF  


La vagina propriamente detta si estende dall’imene alla cervice e all’utero. La parete anteriore del retto e quella posteriore della vagina si fondono per circa 3-4 cm all’interno della vagina. Al di sopra di esse viene facilmente a crearsi un piano di dissezione. Le riparazioni plastiche della parte posteriore della vagina che utilizzano la “fascia” vengono eseguite utilizzando un lembo dell’avventizia e della parete fibromuscolare della vagina per supportare la parete anteriore del retto. La valutazione dei difetti della parete posteriore della vagina necessita non solo della descrizione anatomica del prolasso, ma anche di ogni correlazione con qualsiasi danno funzionale eventualmente presente. La valutazione può comprendere: la defecografia, gli studi sul transito intestinale, la manometria, l’ecografia endoluminale e la risonanza magnetica. La correzione chirurgica del prolasso della parete posteriore della vagina comprende approcci per via vaginale, trans-anale e addominale. Gli approcci per via vaginale prevedono la riparazione sito-specifica e la tradizionale colporrafia posteriore con plastica dei muscoli elevatori dell’ano. Con entrambi i tipi di approccio è stata descritta un aumento della riparazione tramite innesto nel tentativo di migliorare il decorso e di diminuire i tassi di fallimento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail