Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2007 Aprile;59(2) > Minerva Ginecologica 2007 Aprile;59(2):151-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2007 Aprile;59(2):151-7

lingua: Inglese

Infezioni perinatali e paralisi cerebrale

Ribiani E., Rosati A., Romanelli M., Cruciani L., Incalza F., Di Renzo G. C.

Department of Obstetrics and Gynecology, Center for Perinatal Medicine and Human Reproduction, Policlinico Monteluce University of Perugia, Perugia, Italy


PDF  


La paralisi cerebrale è una patologia complessa caratterizzata da un’alterazione del controllo dei movimenti o della postura, che si manifesta nella prima infanzia e colpisce circa 2 nati vivi ogni 1 000. Questa patologia rappresenta la più comune disabilità fisica dell’infanzia. Numerosi studi hanno dimostrato un’associazione tra la corioamnionite, derivante dall’invasione microbica della cavità amniotica, ed un aumento del rischio di paralisi cerebrale. Circa 1/4 dei casi di paralisi cerebrale è rappresentato da bambini nati pretermine, come conseguenza sia della maggiore vulnerabilità del cervello dei feti pretermine, sia per l’importante ruolo delle infezioni nella patogenesi del parto pretermine. Il trattamento con antibiotici della vaginosi batterica, la somministrazione di corticosteroidi e solfato di magnesio nei casi di minaccia di parto pretermine, rappresentano i principali strumenti a nostra disposizione per prevenire la paralisi cerebrale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail