Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2007 Febbraio;59(1) > Minerva Ginecologica 2007 Febbraio;59(1):43-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2007 Febbraio;59(1):43-9

lingua: Inglese

Il deficit di androgeni nell’anziano

Valenti G., Ceresini G., Maggio M.

Section of Geriatrics, Department of Internal Medicine and Biomedical Sciences, University of Parma, Parma, Italy


PDF  


Il deficit di androgeni nell’anziano può essere correlato ai cambiamenti che si realizzano con l’età nei meccanismi neuro-endocrini di controllo della secrezione ormonale del testicolo e della corticale del surrene. Sono qui elencate le conseguenze cliniche del deficit di androgeni a tre diversi livelli: somatico (composizione corporea, metabolismo glicidico e lipidico, eritropoiesi), sessuale e psicologico (pensiero e affettività). Sono stati presi in considerazione studi osservazionali e trial randomizzati controllati tratti dalla letteratura medica. Le due opzioni terapeutiche sono rappresentate dal testosterone, attualmente somministrato preferibilmente in forma di gel transdermico, e dal deidroepiandrosterone. Rappresentano un’alternativa promettente come agenti anabolizzanti nuove molecole studiate per avere come bersaglio i recettori per gli androgeni di specifici tessuti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail