Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2007 Febbraio;59(1) > Minerva Ginecologica 2007 Febbraio;59(1):1-10

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2007 Febbraio;59(1):1-10

lingua: Italiano

Isterectomia sopracervicale laparoscopica versus isterectomia totale laparoscopica. Studio prospettico randomizzato

Morelli M., Noia R., Chiodo D., Mocciaro R., Costantino A., Caruso M. T., Cosco C., Lucia E., Curcio B., Gullì G., Amendola G., Zullo F.

Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi Magna Græcia, Catanzaro


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. Lo scopo di questo lavoro era confrontare le complicanze chirurgiche e i risultati clinici dopo isterectomia sopracervicale laparoscopica verso isterectomia totale laparoscopica per il controllo di sanguinamenti uterini anomali o di leiomiomi uterini sintomatici.
Metodi. È stato condotto uno studio prospettico randomizzato fra 141 pazienti sottoposte a isterectomia laparoscopica per leiomiomi uterini sintomatici, sanguinamento uterino anomalo refrattario al trattamento ormonale, o per entrambi. Le pazienti sono state randomizzate verso isterectomia laparoscopica sopracervicale o totale. Le complicanze chirurgiche e i risultati clinici sono stati confrontati per due anni dopo la randomizzazione.
Risultati. Settantuno partecipanti sono state assegnate a isterectomia sopracervicale laparoscopica e 70 a isterectomia totale laparoscopica. L’isterectomia, con entrambe le tecniche, ha portato a una riduzione statisticamente significativa di molti sintomi, inclusi il dolore o la compressione pelvica, il dolore lombare e l’incontinenza urinaria. Le pazienti assegnate a isterectomia sopracervicale laparoscopica hanno mostrato una tendenza verso una maggiore frequenza di riammissioni ospedaliere rispetto a quelle randomizzate per isterectomia totale laparoscopica. Non ci sono state differenze statisticamente significative nell’incidenza di complicanze, grado di miglioramento dei sintomi, o limitazione dell’attività. Le pazienti di peso superiore ai 100 kg all’inizio dello studio hanno presentato un’incidenza di riammissione ospedaliera più che doppia rispetto al normale, nel corso dei due anni di follow-up (OR 2,48, 95% CI –0,11; 1,91, P=0,04).
Conclusioni. Non sono state rilevate differenze statisticamente significative fra isterectomia sopracervicale laparoscopica e isterectomia totale laparoscopica per quanto riguarda le complicanze chirurgiche e i risultati clinici, durante due anni di follow-up.

inizio pagina